Il tuo browser non supporta JavaScript!

Narrativa di ambientazione storica

Archimede. Il matematico che sfidò Roma

Francesco Grasso

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2020

pagine: 240

Nel III secolo a.C. il Mediterraneo è lo scenario dello scontro tra le "grandi potenze" dell'epoca: Roma e Cartagine. In mezzo, chiave strategica per la vittoria, la Sicilia, con la sua polis più fiorente, Siracusa. Occupata da Roma dopo la Prima guerra punica, la città si è ribellata ai conquistatori e si è alleata con Annibale. A capo di poderose legioni e di una nutrita flotta, il console Marco Claudio Marcello si lancia alla riconquista di Siracusa, certo di ridurla alla resa in pochi giorni. Ma si sbaglia. A dargli filo da torcere è un anziano cittadino siracusano, un vecchio canuto con la mente persa in mondi tutti suoi: Archimede, uno dei più grandi geni mai esistiti. Matematico, fisico, ingegnere, nonostante l'età avanzata ideò e costruì un gran numero di sorprendenti macchine da guerra, che per oltre due anni, dal 214 al 212 a.C., riuscirono a fermare l'assedio romano. Ma il talento di quell'uomo straordinario è in grado di fermare la forza bellica dell'Urbe in piena ascesa? A raccontarci la vicenda umana e intellettuale di Archimede - e insieme l'epopea della sua città in un momento cruciale della storia del Mediterraneo - è Dinostrato, schiavo e discepolo del Maestro, che gli sarà fedele fino alla morte. E oltre.
14,00

Il tradimento di Roma

Santiago Posteguillo

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2020

pagine: 528

"Sono stato l'uomo più potente del mondo, ma anche quello più tradito. Il mio nome è Publio Cornelio Scipione. Sono stato due volte console, censore e princeps senatus di Roma. Ho servito la mia patria con orgoglio e lealtà. Devo ammettere che mai avrei pensato di scrivere le mie memorie. Nella mia vita ho ottenuto successi encomiabili, alcuni di essi celebrati da poeti, pensando che sarebbero rimasti senza dubbio nella storia, ma per via delle circostanze attuali mi vedo costretto a lasciare per iscritto i miei sentimenti riguardo a tutto ciò che è accaduto a Roma negli ultimi anni: un periodo in cui la nostra città, dall'importante centro in Italia che era, si è convertita nella capitale di un immenso impero, un impero del quale io ancora non intravedo i confini. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza di me. Il mio lavoro è stato epico, il mio sforzo improbo, il prezzo che ho dovuto pagare desolante. Ho perduto mio padre e mio zio, le due persone che mi formarono, per colpa di una lunghissima guerra alla quale io posi fine. Ho conosciuto l'orrore della guerra attraverso la mia stessa famiglia. Dopo di che, ho finito col contrastare proprio coloro che mi amavano, e a tutti loro ho recato danno. È questo, inevitabilmente, ciò che più mi ferisce". È l'anno 201 a.C. Nel lungo ritorno a Roma, Scipione è acclamato in ogni porto per le sue vittorie contro Annibale. Ma dietro tanta adulazione, si celano i sospetti e il tradimento. Roma non sembra volergli tributare tutti gli onori che merita, e il Senato si trincera dietro una freddezza che sa di congiura. In questo penultimo volume della saga di Scipione l'Africano, l'uomo che piegò Annibale e conquistò gli immensi territori africani, Santiago Posteguillo fa rivivere i giorni più epici della storia di Roma.
14,90

La testimonianza cristiana nel magistero di Giovanni Paolo II

Remigio Bellizio

Libro

anno edizione: 2020

pagine: 448

Chi è il testimone? Perché e per chi bisogna esserlo? Cosa significa essere testimone di Cristo risorto? È ragionevole credere nella presenza di Gesù risorto mediante la vita e la testimonianza della Chiesa? Come rendere questa testimonianza? Verso chi è diretta la testimonianza? Quali sono le motivazioni profonde che spingono in questa direzione? A cento anni dalla nascita di Giovanni Paolo II, l'Autore riflette sui contenuti della testimonianza al vaglio di un pensiero non solo teoretico, ma filtrati dall'esperienza di papa Wojty?a perché, come lui stesso ricorda, «l'uomo contemporaneo crede più ai testimoni che ai maestri, più all'esperienza che alla dottrina, più alla vita e ai fatti che alle teorie. La testimonianza della vita cristiana è la prima e insostituibile forma della missione: Cristo, di cui noi continuiamo la missione, è il "testimone" per eccellenza (Ap 1,5; 3,14) e il modello della testimonianza cristiana» (Redemptoris missio, 42). Il testo approfondisce lo stile di testimonianza cristiana scaturito dalla vita e dall'insegnamento di papa Wojty?a. Da questa analisi si possono trarre degli elementi significativi per un dibattito teologico attuale in dialogo con la cultura contemporanea poiché «la categoria della testimonianza esprime il modo cristiano di trasmettere liberamente nella storia la verità della fede» (Prades). «Analizzando la categoria di testimonianza all'interno del magistero di san Giovanni Paolo II, l'Autore individua come i termini testimonianza-testimone e santità-santo sono considerati sinonimi e interscambiabili. La testimonianza della vita cristiana nella santità è pertanto la prima e insostituibile forma della missione, perché rende visibile il mistero rivelato in Cristo e lascia trasparire l'Amore che ci chiama» (Dal Toso).
24,00

L'eroe di Milano

Andrea Frediani

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2020

Due amici crescono all'ombra del potere dell'imperatore germanico Federico I di Hohenstaufen, detto il Barbarossa, sulla Lombardia. Portano lo stesso nome, ma hanno caratteri e ambizioni del tutto diversi, e affrontano in modo differente l'epico, drammatico assedio cui il sovrano sottopone Milano nel 1162, quando la città viene rasa al suolo. I Comuni decidono finalmente di reagire alle ingerenze imperiali del Barbarossa e col trascorrere degli anni riescono a dare vita a una potente Lega, nel cui esercito i due protagonisti si procurano, con le loro gesta eroiche, dei ruoli di primo piano. Tra attività di guerriglia e imboscate, imprese memorabili e assedi, i lombardi riusciranno infine a costringere l'imperatore a una decisiva battaglia campale a Legnano; ma nel corso dei lunghi anni di lotte, l'iniziale amicizia tra i due protagonisti, nel frattempo, si è trasformata in un'accesa rivalità, fino all'inevitabile resa dei conti. Tra contese amorose, sfide implacabili, tradimenti e colpi di scena, Andrea Frediani rievoca la storia mitica della Lega dei comuni lombardi contro il Sacro romano impero e dei suoi protagonisti, reali e leggendari, intingendo la sua penna in un Medioevo ricco di trame affascinanti e avventurose.
12,00

La pellegrina

Isabel San Sebastián

Libro: Copertina rigida

anno edizione: 2020

pagine: 420

Oviedo, 827 d.C. Alla turbolenta corte delle Asturie, governata dal carismatico Alfonso II il Casto, giunge un messaggero con una notizia sconcertante: a occidente, nella terra alla fine del mondo, un eremita sostiene di aver trovato l'antico sepolcro di san Giacomo, l'apostolo che secondo la tradizione avrebbe portato la parola di Cristo in Spagna. Il vescovo del luogo si appella quindi ad Alfonso, difensore della cristianità contro i saraceni, perché si rechi in quel luogo e accerti l'autenticità delle reliquie. Per donna Alana di Coaña, vedova dello scriba di corte, è un'occasione unica: laggiù vive suo figlio, di cui non ha notizie da tre anni. Temendo che possa essergli accaduto qualcosa, Alana convince il re a portarla con sé, sebbene la presenza di una donna susciti non pochi sospetti tra i membri della carovana. E ancor di più ne susciterebbero se si venisse a sapere che Alana coltiva la passione per la scrittura e, ogni notte, redige in segreto un diario della spedizione, descrivendo non solo l'aspra bellezza dei paesi che visitano lungo il cammino, ma anche i pericoli che affrontano e le sfide che si profilano all'orizzonte. Oltre al rischio di cadere nelle mani dei saraceni, infatti, Alana ha intuito che ogni membro del gruppo ha un obiettivo nascosto da perseguire, e forse ad essere in gioco è la vita stessa del sovrano... Quello che lei ancora non immagina, invece, è di essere destinata a diventare l'eccezionale testimone di un viaggio leggendario, che aprirà la via per il pellegrinaggio più famoso della cristianità: il cammino di Santiago di Compostela.    
19,00

Le due donne di Auschwitz

Lily Graham

Libro: Copertina rigida

anno edizione: 2020

pagine: 288

L'ultimo bocciolo di speranza può fiorire persino all'inferno È il 1942 quando Eva Adami viene deportata ad Auschwitz. Schiacciata tra i corpi pigiati sul treno ed esausta per le privazioni, non riesce a pensare ad altro che a ritrovare suo marito, da cui è stata separata a forza. Ma ad Auschwitz non c'è traccia di lui. E la cruda realtà del campo di concentramento si abbatte su di lei, minacciando di spezzarla definitivamente. Una notte, mentre piange di nascosto, sente un sussurro provenire dalla branda vicina. Un'altra prigioniera, Sofie, le prende la mano... La loro è un'amicizia indistruttibile, che resiste agli orrori vissuti ogni giorno. Eva e Sofie si confidano le paure più segrete e i sogni più intimi: quello di Eva è di scoprire dove si trova il marito, quello di Sofie è di ricongiungersi con suo figlio, Tomas, che la aspetta in un orfanotrofio oltre il confine austriaco. Quando Eva scopre di essere incinta, si rende conto che la sua vita e quella del bambino che porta in grembo sono in pericolo. E così le due donne si scambiano una promessa: qualunque cosa succeda, proteggeranno i loro figli a ogni costo.
9,90

Il ritorno del centurione

Harry Sidebottom

Libro: Copertina rigida

anno edizione: 2020

pagine: 320

Calabria, 145 a.C. Gaio Furio Paolo è tornato a casa dopo anni di guerra, combattuti nel nome di Roma. È uno dei pochi fortunati sopravvissuti alle battaglie, e ha intenzione di passare i giorni che gli restano a lavorare la terra nella fattoria di famiglia. Ma sembra che un'aura di morte continui a infestare il destino del giovane soldato. Pochi giorni dopo il suo ritorno a casa, infatti, cominciano ad apparire corpi - o brandelli di essi - nelle vicinanze dei suoi possedimenti. E non ci vuole molto perché Paolo diventi il principale sospettato. Ha ucciso innumerevoli nemici sul campo di battaglia, e la gente ritiene che la sua sete di sangue non sia soddisfatta... Con il furore sordo della battaglia ancora nelle orecchie, Paolo dovrà liberarsi in fretta dei fantasmi interiori, se vuole trovare l'assassino e riabilitare il suo nome. Perché sa bene che è solo questione di tempo prima che diventi il prossimo bersaglio.
9,90

L'albero della vita. Lo scriba di Osiride

Christian Jacq

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2020

pagine: 432

L'albero della vita è l'acacia del tempio di Abido, nata sulla tomba di Osiride. Poche cose, in Egitto, sono più preziose: quell'albero infatti custodisce il mistero della nascita e della morte, essenziale perché gli Dei continuino a guardare con benevolenza a tutto il popolo egizio. Ora però l' albero si sta lentamente seccando, come se un male oscuro stesse prosciugando la sua linfa vitale. Il faraone Sesostri III sa che deve fare qualcosa: è in gioco il destino dell'intero Paese, che potrebbe addirittura scomparire in un gorgo di violenze e di sciagure. La vita del giovane Iker non è mai stata facile. Povero e orfano, mai avrebbe pensato di finire prigioniero su una nave ed essere offerto in sacrificio alle acque del Nilo per placare il furore degli dei e la tempesta che hanno scatenato. Miracolosamente sfuggito alla morte, Iker ha tuttavia la sensazione di essere stato manipolato da una forza occulta e potente. Chi può volere la sua morte, e perché? C'è solo una strada per scoprirlo: diventare scriba, così da entrare in contatto con coloro che guidano il Paese. Magari addirittura con il faraone...
5,00

La cospirazione del male. Lo scriba di Osiride

Christian Jacq

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2020

pagine: 420

Nonostante la determinazione di Sesostri III, gli sforzi congiunti dei suoi generali, e i rituali compiuti dalla Regina e dalle sette sacerdotesse di Hathor, l'acacia del tempio di Abido sta morendo. Nella disperazione generale, però, si alza la voce di una giovanissima sacerdotessa, che propone la costruzione a Dahshur di una nuova piramide in onore di Osiride. Forse, così, gli Dei si placheranno... Ma anche la vita del Faraone è in pericolo. Sesostri infatti deve guardarsi da un misterioso predicatore del deserto - che tutti chiamano l'Annunciatore - disposto a tutto pur di strappargli lo scettro. E non può neppure fare affidamento sulla propria corte, dato che di sicuro, in mezzo ai funzionari, si nasconde un traditore. E poi c'è Iker: ignaro che i suoi nemici sono altri e ingannato dalle apparenze, aspetta solo il momento opportuno per vendicarsi del Faraone. Un momento che sta per arrivare...
5,00

Il cammino di fuoco. Lo scriba di Osiride

Christian Jacq

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2020

pagine: 420

Grazie alle sue doti straordinarie, Iker, per volontà del faraone Sesostri, è stato insignito del titolo di Figlio Reale. È un grandissimo onore, ma anche una pesante responsabilità e infatti Sesostri affida subito al giovane scriba una missione: dovrà penetrare nella regione di Canaan e scoprire dove si nasconde l'Annunciatore, l'acerrimo nemico del Regno, disposto a ogni nefandezza pur d'impossessarsi del potere. In realtà, l'Annunciatore si è rifugiato in Nubia e, con oscuri sortilegi, si accinge a provocare una piena del Nilo così travolgente da devastare l'intero Paese. Così, mentre Iker è impegnato a smascherare uno stuolo di falsi Annunciatori, il faraone rischia di trovarsi solo e disarmato nella sua lotta contro il Male. Finché non scopre che, accanto a lui, c'è la sacerdotessa Iside, capace di trovare nel profondo del suo cuore un modo per placare il Genio del Fiume...
5,00

Il grande segreto. Lo scriba di Osiride

Christian Jacq

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2020

pagine: 468

La Nubia è di nuovo in pace e l'albero della vita sembra rinato. Nominato principe e guardiano del sigillo reale,Iker è in viaggio verso Abido, dove si celebreranno i misteri di Osiride. Ma proprio lì, ad Abido, si è nascosto l' Annunciatore; abile come sempre, si è confuso tra la folla dei sacerdoti. Il suo obiettivo è uccidere Iker, il Figlio Reale, per colpire al cuore il faraone Sesostri e strappargli il potere approfittando della sua debolezza. Tutti sanno che l'Annunciatore non si è arreso, che è più che mai determinato a realizzare il suo impero del Male. Ma nessuno sa quando e come colpirà. E la celebrazione dei misteri di Osiride si avvicina, sotto lo sguardo vigile della sacerdotessa Iside e dello stesso Iker. Quel rito ristabilirà per sempre il predominio del Bene sul Male. Sempre che Iker, Iside e il faraone ci arrivino vivi...
5,00

Blanche e Claude

Melanie Benjamin

Libro: Copertina morbida

anno edizione: 2020

pagine: 384

Parigi, 1940. L'esercito francese si è sfaldato come uno dei friabili pasticcini di Monsieur Escoffier e i nazisti dilagano per le strade della città. Occupano alberghi ed edifici storici senza alcun riguardo per il loro glorioso passato. Tra questi, l'Hôtel Ritz, in Place Vendôme, una delle sacre istituzioni della vita mondana parigina. Meta di principi e duchesse, di Marcel Proust e Sarah Bernhardt, di scrittori e stelle del cinema sin dal lontano 1898, quando ha spalancato per la prima volta le sue porte offrendo ai suoi ospiti bagni privati, telefoni in ogni stanza, luci elettriche e le più squisite creazioni di Auguste Escoffier - meringhe farcite di crema alla vaniglia, tournedos alla Rossini, saporiti pâté - l'Hôtel Ritz è di proprietà dell'omonima famiglia ed è il regno incontrastato di Blanche Ross e Claude Auzello. Capelli biondi, grandi occhi castani e un sorriso abbagliante, Blanche è approdata a Parigi negli anni Venti col sogno di diventare una diva del fiorente cinema francese del tempo. Sogno presto abbandonato nell'istante in cui si è imbattuta in Claude, un giovane che coi suoi modi pacati e sicuri ha subito conquistato il suo cuore di americana caparbia e irruente, pronta a infiammarsi contro le avversità del mondo. Dopo diciassette anni di vita vissuta insieme, e dopo aver coltivato e poi realizzato insieme l'ambizioso progetto di Claude di dirigere l'Hôtel Ritz, i due si ritrovano a occuparsi del prestigioso albergo non più per conto di Mme Ritz, la vedova di César Ritz, ma al servizio di arroganti ufficiali nazisti. La vita al Ritz è in apparenza sempre la stessa: la lussuosa opulenza, le maniere cortesi, le chiacchiere futili. Ma niente è come prima. Al posto della Garbo e della Dietrich adagiate sulle seggiole in pose seducenti ci sono ora Coco Chanel e la star del cinema Arletty, al posto di Picasso e Porter, i vari Hans e Fritz in uniforme. Troppo per Blanche Ross, americana infiammata dal coraggio e... maestra nell'arte dell'inganno.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.